LABORATORIO POPOLARE – LabPoP asd e ps

promuove pratiche di cultura espressiva attraverso progetti di arte scenica, cultura del movimento sportivo/artistico, processi di arte partecipata e creativa, benessere e crescita individuale: è uno spazio aperto a esperienze di reciprocità tra individuo, gruppo e società. Favorisce la libera condivisione di linguaggi personali e creativi, stimola interessi, valorizza talenti ed esorta al consolidamento dell’identità, patrimonio per l’umanità.

L’Associazione nasce dal Laboratorio Teatrale Popolare condotto nel 2013 da Massimo Rini: un contesto creativo e aggregativo di sperimentazione del gioco scenico. Nel 2016 insieme ad Eleonora Aschero fondano LabPop ridisegnando nuovi progetti legati alla pratica diffusa delle arti creative di benessere fisico e sportivo. Il progetto della Giornata delle ArtiXtutti 2017 e 2018, festival delle arti partecipate e delle artiterapie, ha inaugurato un nuovo filone, allargando la base associativa.

Lo sviluppo della mission avviene attraverso l’approfondimento delle attività di intervento multiforme e simultanea, dedita alla persona, costituendo dei processi collettivi per il benessere emotivo sociale, riequilibrando le relazioni (progetti: teatro partecipato, cultura movimento, arte espressiva, formazione tecnica alle arti, contesti arteterapeutici, feste artistiche “esperienziali”, interdisciplinarietà). Ciò che si vuole approfondire è il processo creativo espressivo, creando una piattaforma con professionisti ed enti promotori dei servizi alla persona per contattare diversi pubblici, stimolare nuovi linguaggi personali e permettere la comunicazione globale senza limiti idiomatici, economici, fisici o di qualunque genere.. Inaugureremo nuovi filoni di intersezione tra illustrazione e scrittura nella cultura del movimento a livello laboratoriale, d’indagine, performance dal vivo ed editoriale. Apriremo a contesti manicomiali e di cura.

Crediamo fortemente nella necessità di creare un gruppo di lavoro misto, forte ed unito. Un equipe composta da partner, soggetti autonomi, professionisti di diversa preparazione e ambito, per costruire assieme un punto d’appoggio per operatori in cui: accrescere le proprie competenze, arricchire il livello qualitativo del metodo scientifico proposto, valorizzare l’arte pedagogica, potenziare la crescita professionale in un unico contenitore che si appoggia alla condivisione comunitaria.